Missione Rosetta



FateSpazio in diretta con noi!   -   Prossimo evento LIVE: da definire



Webcast dall'ESOC (European Space Operations Centre) di Darmstadt (Germania), sede del controllo missione dell'ESA (Agenzia Spaziale Europea).





Nel video qui sopra potete vedere un'animazione dell'atterraggio del lander Philae sulla cometa Churyumov-Gerasimenko e i vari strumenti scientifici in azione per la ripresa e l'analisi del suolo cometario.


L'immagine qui sopra mostra la cometa Churyumov-Gerasimenko fotografata dalla sonda Rosetta il 6 novembre 2014 da una distanza di 30 km. La parte centrale in alto in primo piano ritrae proprio il luogo di atterraggio del lander Philae, dotato di un trapano di costruzione italiana per la perforazione della superficie cometaria ed il prelievo di campioni da analizzare. La cometa gira intorno al Sole in 6 anni e mezzo viaggiando ad una velocità di 55.000 km orari e ruotando su sé stessa in 12 ore e mezza.


COME ROSETTA E' ARRIVATA ALLA COMETA
Dopo aver percorso circa 6,4 miliardi di chilometri attraverso il Sistema Solare, la sonda Rosetta dell'ESA ha raggiunto il suo obiettivo. Ma come fa una navicella spaziale ad arrivare ad una cometa?
Il viaggio è iniziato il 2 marzo 2004, quando Rosetta fu lanciata da un razzo Ariane 5 dallo spazioporto europeo di Kourou. Da allora, Rosetta ha dovuto girare intorno al Sole per ben cinque volte, acquisendo sempre più velocità attraverso spinte gravitazionali da parte della Terra e del pianeta Marte, per mettere la sonda in un'orbita simile alla sua destinazione, la cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko.
Questo corpo ghiacciato si trova su un'orbita solare ellittica di 6,5 anni che parte da oltre l'orbita di Giove nel suo punto più lontano e tra le orbite di Marte e della Terra al punto più vicino al Sole.
L'obiettivo di Rosetta è quello di agganciare l'andamento della cometa - attualmente circa 55.000 km orari - e viaggiare insieme con una velocità relativa di appena un metro al secondo, più o meno l'equivalente di un passo d'uomo.
Così, dagli inizi di maggio, i responsabili della missione di Rosetta hanno pianificato una serie di manovre orbitali progettate per rallentare la velocità della navicella - rispetto alla cometa - di circa 2800 km orari per garantire l'arrivo al suo obiettivo cometario del 6 agosto.
Una volta giunta alla cometa il 6 agosto, la sonda si sposta lungo una serie di tre archi a un'altitudine di 100 km leggermente più avanti della cometa rispetto al Sole, ripetendo poi questa traiettoria di forma triangolare ad un'altitudine di 50 km, avendo tutto il tempo per valutare il comportamento della cometa e imparare ad operare in un territorio inesplorato.
Queste manovre saranno controllate da piccole accensioni dei propulsori di prua, la prima volta a un'altitudine di circa 30 km, mentre la debole gravità della cometa dovrebbe essere in grado di mantenere Rosetta in orbita. A seconda dell'attività della cometa, l'obiettivo è di orbitare ancora più vicino, forse più vicino di 10 km.
Rosetta resterà accanto alla cometa per oltre un anno, studiandola nei minimi dettagli, specialmente quando nell'agosto 2015 la cometa si avvicinerà alla minima distanza dal Sole (perielio) sprigionando i suoi gas e le sue polveri nello spazio a causa del riscaldamento solare.
Il 12 novembre 2014 la sonda madre Rosetta sgancerà una mini sonda, chiamata Philae, che si poserà sulla superficie della cometa per analizzarne la composizione chimica. Un'impresa mai tentata prima da nessuno!



FASI DELLA MISSIONE
Lancio della sonda 2 marzo 2004
Prima spinta gravitazionale terrestre 4 marzo 2005
Spinta gravitazionale marziana 25 febbraio 2007
Seconda spinta gravitazionale terrestre 13 novembre 2007
Incontro con asteroide Steins 5 settembre 2008
Terza spinta gravitazionale terrestre 13 novembre 2009
Incontro con asteroide Lutetia 10 luglio 2010
Inizio stato di ibernazione della sonda 8 giugno 2011
Uscita stato di ibernazione della sonda 20 gennaio 2014
Inizio manovre di avvicinamento alla cometa maggio 2014
Arrivo alla cometa 6 agosto 2014
Inizio mappatura globale della cometa agosto 2014
Atterraggio del lander sulla cometa 12 novembre 2014
Passaggio al perielio della cometa 13 agosto 2015
Fine della missione 31 dicembre 2015